In realtà, nella situazione relativa alle sanzioni per i concessionari di slot machine ritenuti responsabili di “cattiva gestione delle reti” degli apparecchi da intrattenimento nel periodo 2004-2007, non ci si capisce più nulla in quanto a date di udienze, ricusazioni, pagamento da parte di alcuni concessionari delle sanzioni menzionate ed astensione da parte di altri di adempiere a questa incombenza. Così, in questi giorni, ci sono due notizie relative a questa intricata situazione: una che è stata respinta l’istanza di ricusazione presentata dal concessionario Bplus e quindi il “caso” ritorna alla Terza Sezione di Appello ed il prossimo 26 marzo si deciderà se concedere allo stesso concessionario la definizione agevolata della sanzione e l’altra è che si è tutto concatenato tra ricorsi, contro ricorsi, ricusazioni e ci troviamo nel completo bailamme di una vera e propria battaglia legale che coinvolge sempre di più tutti e quattro i concessionari “dissidenti”.

Quindi sempre più “ingarbugliati” i destini dei “famosi quattro” concessionari controcorrente e che non hanno aderito allo “sconto” della sanzione: Bplus, Hbg, Gmatica e Codere, anche se non vogliono hanno il loro “destino” legato tra loro alle decisioni che man mano verranno prese e che comunque inevitabilmente “contageranno” anche le decisioni riferite agli altri Concessionari. Prossime udienze 26 marzo e 9 luglio dove si dovrebbe decidere il tutto e dove si spera si chiuderà questa situazione che, se non fosse gravata dagli importi rilevanti, rasenta il…. paradosso e sembra impossibile che si debba stare ancora con il fiato sospeso per la decisione.

Il mercato sul territorio del nostro Paese che si occupa del gioco d’azzardo è senza dubbio quello più rigoroso e costellato da regolamentazioni e normative particolari. Trovare, quindi, imprenditori disposti ad intervenire con acquisti attinenti il settore è difficile e quando se ne trova uno “importante” crediamo non si debba lasciare scappare “l’intenzione”. E’ il caso di BPLUS che è nel mirino di Eaton Gate che sta valutando la possibilità di entrare nel mercato italiano: sembra ci sia già pronta una “pingue offerta”  di mezzo miliardo per il pacchetto intero e 240 milioni che rappresenta il 30% della penale che BPLUS è stata “condannata” a versare dalla Corte dei Conti per il mancato collegamento delle proprie slot machine alla rete dei Monopoli. Riteniamo sia un’offerta che BPLUS valuterà con estrema attenzione anche perchè Eaton Gate, a mezzo di Scott Lanphere -managing director- ha sottolineato l’intenzione di entrare prepotentemente sul mercato italiano delle slot, delle scommesse di gioco e con “pesanti investimenti” anche in altri segmenti di gioco: la volontà quindi c’è di investire in un’azienda italiana e sul nostro mercato e di questi tempi non è certamente una cosa consueta, quindi perchè non approfondire? Ovviamente, sono da tenere presente le recenti vicissitudini di BPLUS e l’enorme multa, circa 800 milioni, a cui è stata sottoposta da parte della Corte dei Conti: la proposta quindi di Eaton Gate è “valutabile” ma siamo sicuri che il gruppo BPLUS ha ben presente il proprio avvenire e valuterà con estrema attenzione la proposta e sopratutto quello che potrà trarre da questa operazione, quattrini a parte naturalmente!

I Videopoker sono dei giochi che sicuramente hanno reso moderno il casinò a partire dalla seconda metà del ‘900. Nel corso degli anni novanta, inoltre, hanno fatto la loro comparsa anche nelle sale da gioco terrestri, nei bar e negli esercizi commerciale, lanciando una vera e propria mania che ancora dura e che forse, si è ulteriormente rinforzata grazie all’avvento del gioco d’azzardo online.
Grazie ai casinò online e, in particolar modo, al gambling online legale, gli utenti adesso possono giocare direttamente da casa oppure dal proprio dispositivo mobile per un divertimento continuo.
Pertanto, nei paragrafi che seguono, proveremo ad indicare quali sono le caratteristiche dei Videopoker online che si possono praticare all’interno delle piattaforme per il gambling online con licenza Aams.

Negli ultimi tempi, molti più utenti preferiscono giocare ai Videopoker online Aams per via della grande sicurezza che le piattaforme legali offrono. Infatti, possono essere eseguite tutte le transazioni che si desiderano senza che vi sia il rischio di subire una perdita. Inoltre, durante il gioco, i risultati sono generati da un generatore di numeri casuali che viene sottoposto a delle verifiche da parte dello stesso Monopolio di Stato, il quale deve verificare se effettivamente viene ridistribuita la stragrande maggioranza delle risorse di gioco che deriva dal volume di puntate prodotto dagli utenti.

Si ricorda che la percentuale di vincita che deve essere rispettata da ogni casinò è pari al 90%.
In media, però, nei casinò online Aams, i Videopoker presentano un payout molto più alto che può arrivare fino al 98% circa. Ogni Videopoker online, inoltre, può essere praticato anche in modalità “For fun”, un’opzione che soprattutto si raccomanda a chi è alle prime armi e non conosce i meccanismi di gioco.

Gli utenti che giocheranno ai Videopoker online Aams hanno la possibilità di divertirsi e di portare a casa delle copiose vincite, se riescono a realizzare la combinazione vincente corretta, quella che regala un ottimo Jackpot progressivo. Inoltre, sfruttando al massimo gli ottimi bonus di benvenuto del 100% sul primo deposito, si ha l’opportunità di ottenere il doppio dei soldi versati sul conto gioco.
Pertanto, il giocatore può provare tanti videopoker impiegando un volume di risorse importante che può consentirgli di rendere redditizie le proprie scommesse.
Gli utenti, che essendo alle prime armi non se la sentono di mettere in gioco soldi propri subito, possono utilizzare i bonus senza deposito che vengono messi a disposizione per provare il gioco in modalità “Real Money”, comprendere i suoi meccanismi e fare molta pratica che, sicuramente, tornerà molto utile nel momento in cui bisognerà fare sul serio, accedendo al gioco con soldi veri.
In alternativa, vi sono anche dei free spins che si possono utilizzare per fare diverse partite gratuitamente. Una cosa che bisogna dire è che a prescindere dalla promozione sfruttata, vi sono sempre e comunque dei requisiti di scommessa da soddisfare e che vengono fissati dai termini e dalle condizioni contenuti in ogni regolamento.

L’Irlanda ha deciso di disciplinare il poker in Internet e con una probabilità potrebbe essere uno dei futuri paesi ad aderire finalmente al mercato unico a livello europeo e forse anche alla liquidità condivisa, un processo sempre più concreto che coinvolge al momento Italia, Francia, Spagna e probabilmente anche Portogallo. È stato il ministro della giustizia irlandese ad annunciare il nuovissimo “Gambling Control Bill 2013.”  Il ministro Alan Shatter è stato chiaro sulle intenzioni del governo irlandese che ovviamente sono quelle di seguire in modo dettagliato la normativa che è stata creata dalla Gran Bretagna e che  sembra funzionare al meglio. Dopo tanti anni di liberismo eccessivo a livello di gioco in rete, tutti i siti potranno operare solo dopo che sarà stata rilasciata una licenza statale.La legge in particolare sarà riferita alla regolamentazione del poker, ma non solo, visto che si parlerà anche di scommesse (nelle quali l’aliquota fiscale è definita all’1% sulle scommesse singole ed invece del 15% rispetto ai margini parlando di betting exchange). I cambiamenti toccheranno anche il bingo ed anche il casinò on-line. L’Irlanda sarà così uno dei primi paesi che disciplinerà il gioco dal vivo al di fuori dei casinò. Verranno aperte addirittura 40 differenti sale terrestri con un minimo di 15 tavoli presenti e con grande probabilità l’esempio irlandese potrebbe essere seguito nel breve termine anche dall’Italia. Sono in molti gli appassioanti di poker che sperano in questa dinamica.

Sisal Skill Games vanta uno dei canali di giochi di abilità più completo ed anche più richiesto dai giocatori, anche quelli “novizi”. Ci si può cimentare online con i tradizionali Asso Piglia Tutto, Scopa, Briscola, Tressette, Burraco, 7eMezzo ed ora la nuova arrivata “Scala40”, il vecchio gioco che ci è stato insegnato dai nostri nonni e forse uno dei giochi più vecchi della nostra tradizione italiana.
Sisal Skill Games oltre ad offrire questa nuova nata, può offrire per tutti i giochi di abilità online, tornei a orario predeterminato oppure tornei con partenza immediata per non lasciare “scappare l’adrenalina” ai giocatori e sfruttarne l’abilità e l’astuzia con tantissime combinazioni di puntata e velocità di gioco. Così si completa, con l’ingresso di “Scala40” la gamma dell’offerta di Skill Games che per i giocatori offre garanzia di qualità assoluta per l’enorme professionalità impiegata nelle grafiche, nelle musiche e nelle modalità di gioco che garantiscono al giocatore sicurezza, divertimento e prodotti di alto intrattenimento e che fanno della piattaforma Skill Games di Sisal una delle piattaforme preferite dai giocatori, che siano esperti o meno. Scegliere i giochi di Skill Games è per il giocatore una vera sfida e giochi come Briscola, Scopa, 7eMezzo mettono in evidenza tutta la sua arguzia e la sua furbizia oltre che farlo tornare forse indietro negli anni essendo giochi tradizionali che fanno parte del “nostro vissuto”.

Indubbiamente tutte le varianti sul gioco d’azzardo online rendono il giocatore ancora più curioso ed interessato alle varie combinazioni. C’è veramente imbarazzo nella scelta tanto è variegata: solo poker, scommesse ed ippica, sport in generale. L’ippica ha sempre una grande “presa” sui giocatori sopratutto quelli francesi. Infatti nello scorso anno la Francia nel gioco online ha battuto di poco l’Italia -798 MLN puntati a 749- ed ha scavalcato di gran lunga la Spagna che è arrivata a soli 117 MLN di euro. Certo il mercato spagnolo subisce assolutamente il momento storico che sta passando in maniera così pesante e burrascoso mentre la Francia e l’Italia se la “contendono” nonostante il periodo sociale non sia senza dubbio dei migliori.
Tutti sappiamo che viviamo in un momento particolarmente difficile per tutte le Nazioni Europee -e non- ma sembra che il gioco online sia ancora uno di quei passatempi a cui non si vuole rinunciare, in fondo in fondo perchè “tutti” pensano possa risolvere magari qualche “ristrettezza” momentanea e la speranza di sfidare e “vincere” la fortuna è ancora una di quelle cose che ci fa “sognare” e ci fa rincorrere -a volte con poca testa- la chimera della vincita: certo, a volte chimera non è, però si deve in ogni caso stare attenti e non farsi coinvolgere più di tanto.

No newer/older posts